Titolo: "Scolla" del Santissimo Crocifisso
Comune: Piove di Sacco
Autore: Luciano Schiavon
Anno: 2007
Argomento: Guida agli edifici di pregio
Tipo:colori
Note:?Scolla? del Santissimo Crocifisso La chiesa ed il convento dei frati minori conventuali di San Francesco costituiva un notevole complesso architettonico, oltre che essere un punto di riferimento religioso per la comunità saccense. Pare che la sua origine risalisse agli anni fra il 1225 e il 1250, epoca in cui San Francesco predicava nel padovano. Presso quella chiesa si costituì nel 1564 la Confraternita del SS. Crocifisso che nel giro di un anno divenne così numerosa da decidere di costruire presso l?antica chiesa una propria sede. Tra il 1565 e il 1575 fu quindi edificata, adiacente a San Francesco, una chiesa della ?Scolla (Confraternita) del Santissimo Crocifisso?, alla quale fu più tardi aggiunto un oratorio. Il convento dei frati e la prima chiesa furono soppressi dalla Serenissima nel 1769 e poi distrutti nel 1853. Rimasero in piedi solo la cinquecentesca Scuola con l'oratorio che, in ricordo del precedente complesso, viene oggi comunemente chiamata Chiesa di San Francesco. Dai documenti e da alcuni resti visibili sull'edificio a destra guardando l'attuale chiesa, si può supporre che anche una parte della sede della confraternita sia stata distrutta; durante l'ultimo restauro (1906-1909) in particolare, vennero demoliti l'oratorio e il campanile perchè pericolante. La facciata della chiesa superstite, estremamente semplice, rispecchia con i suoi tre timpani la disposizione interna a tre navate; sulla facciata spoglia spicca la scritta scolpita sull'architrave in pietra: Scolla del Santissimo Crocifisso istituita l'anno MDLXIIII XII Aprile. All'interno la copertura della navata centrale è costituita da 44 riquadri lignei, dipinti da pittore veneto di inizio Seicento, con storie della vita di Gesù tra i quali emerge la Resurrezione. Le tavole, fortemente intaccate dall?umidità, sono state recentemente restaurate. Della Passione di Cristo narrano invece le sei tele del soffitto della navata sinistra: ?Gesù nell'orto degli Ulivi?, ?La cattura di Gesù?, ?La flagellazione?, ?Gesù condotto davanti a Caifa?, ?L'incoronazione di spine?, ?Gesù di fronte alla folla?. La chiesa ha tre altari con paliotti lavorati a tarsie marmoree; sull'altare maggiore, dedicato al Santissimo Crocifisso, è collocato un gruppo marmoreo raffigurante la Maddalena piangente ai piedi della Croce. Sul soffitto del presbiterio inoltre è situata una tela che rappresenta una ?Crocefissione?. Alla Chiesa del SS. Crocefisso appartenevano storicamente altre due opere oggi conservate nel Duomo: nel Paradiso è collocata una piccola tavola quattrocentesca raffigurante la ?Madonna con Bambino? sullo sfondo di un delicato paesaggio, mentre nella sagrestia è sita un'altra opera dedicata alla Vergine una ?Madonna con Bambino tra due Santi? (dei quali uno è un francescano proprio come i committenti della Chiesa di provenienza).
[Indietro]