Titolo: Palazzo Sommer
Comune: Piove di Sacco
Autore: Luciano Schiavon
Anno: 2007
Argomento: Guida agli edifici di pregio
Tipo:colori
Note:Palazzo Sommer Solo pochi metri pi√ɬĻ avanti della casa Vallini Corazza, incontriamo il Palazzo Sommer di probabile origine secentesca. Anche questo, come altri palazzi di Piove, presenta la tradizionale tipologia del ?palazzo veneziano?. Nel disegno pulito e lineare della facciata sorretta da tre archi spicca la trifora del piano nobile e il cornicione dentellato, unici elementi decorativi dell'edificio che, ripresi anche nella parte pi√ɬĻ in vista della facciata laterale, denunciano l'uso tipicamente veneziano (evidente anche su altri edifici piovesi quali ad esempio Palazzo Bertani), di ostentare. I balaustri dei terrazzini sono in metallo e risalgono con ogni probabilit√ɬ† al secolo scorso. Come in quasi tutti gli edifici della via Garibaldi, il piano terreno √ɬ® caratterizzato dal portico e da locali utilizzati a fini commerciali. Qui, il salone centrale e la stanza di destra hanno soffitti decorativi, probabilmente tra la fine dell'Ottocento e l'inizio del nostro secolo, con elementi floreali stilizzati e piccoli paesaggi racchiusi entro cornici. Nei catasti austriaco e napoleonico, proprietaria della casa e dell'orto annesso √ɬ® la famiglia Lotto. Comunque anche in questo caso i primi proprietari furono di origine veneziana. Si ritiene infatti che nel XVII secolo il palazzo appartenesse alla famiglia Badoer. Sotto i portici di questo edificio, tuttora destinato a residenza e ad attivit√ɬ† produttiva e commerciale, s'intravedono ancore le tracce di un affresco devozionale e delicato alla Vergine e proprio questo soggetto ha voluto riproporre il pittore Gianni Longinotti - su commissione del Comune di Piove di Sacco - affrescando recentemente un altro archivolto con una ?Madonna in Trono con Bambino? d'impronta giorgionesca, ma con un forte richiamo piovese nel paesaggio di fondo che raffigura un casone e l'abside della chiesa della Madonna delle Grazie.
[Indietro]