Titolo: Pescheria
Comune: Piove di Sacco
Autore: Luciano Schiavon
Anno: 2007
Argomento: Guida agli edifici di pregio
Tipo:colori
Note:Pescheria Nonostante sia di recente costruzione questo manufatto merita di essere preso in considerazione per il suo aspetto elegante e per la sua posizione centrale che attira l'attenzione di chi si appresti a visitare la città. Si tratta di una struttura a tettoia aperta su tutti e quattro i lati con copertura lignea a capriate e facciata a tre fornici in finto bugnato, coronata da balaustri per simulare una copertura a terrazza calpestabile. Presenta forma irregolare che segue in modo esemplare la linea di prospetti che si affacciano sulla piazza, mentre il retro guarda la via d'acqua piovese, il Fiumicello, proponendo in questo modo un rapporto tra collocazione e funzione. Lo spazio coperto, attenendosi alla tradizione di mercati e di fiere così viva ancora oggi a Piove di Sacco, è tuttora utilizzato per la vendita del pesce. In questo sito infatti trovavano già posto la pescheria e l'erberia fino al 1903, data in cui iniziarono i lavori di sistemazione della piazza. In quell'occasione purtroppo venne tombato il Fiumicello che costeggiava la piazza entrando così nel centro e, sopra al primo pezzo del condotto che imbriglia le acque, fu costruita, tra il 1903 e il 1906, su progetto dell'ingegner Francesco Gasparini, l'attuale Pescheria. Inizialmente era destinata alla pescheria anche l'area circostante la tettoia e tutto il sito era chiuso da grandi cancelli in ferro che più tardi furono tolti lasciando libertà di circolazione.
[Indietro]